Design emergente

“Con il termine design emergente mi riferisco proprio a ciò che già oggi possiamo riconoscere come il design del XXI secolo: un design che
si propone come un insieme di competenze, sensibilità e strumenti culturali applicabili a ogni problema complesso in cui la dimensione socio- culturale e quella tecnico-economica non possono essere separate. Un design che opera in un mondo connesso in cui ogni attività progettuale diventa,
di fatto, una co-progettazione cui contribuiscono
una varietà di attori sociali, inclusi quelli che tradizionalmente sono stati considerati gli utenti finali” (Ezio Manzini)

In questo fascicolo, interventi di: Marva Griffin, Matteo Ragni, Federico Angi, Antonio De Marco, Simone Fanciullacci, Alessandro Gnocchi, Domenico Orefice, Maurizio Prina, Alessandro Stabile, Tiziano Pazzini, Marilde Longo, Giovanni Ottonello.

Scarica gratuitamente il fascicolo completo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi